m.art3

the flash platform company

Archivio per flex

Let’s tour, la formazione in Italia come non l’avete mai vista

Con il progetto formativo di cui faccio parte, abbiamo ideato per le prime settimana di Luglio, un evento completamente gratuito chiamato Let’s tour.

Let’s tour è un evento completamente gratuito che si svolgerà nelle maggiori città italiane durante il mese di luglio.

 

Docenti esperti e certificati nei rispettivi ambiti operativi ti guideranno in un percorso didattico snello e mirato, incentrato sulle tecnologie per il web 2.0, con passione, pazienza e soprattutto in maniera pratica

 

Secondo la nostra pluriennale esperienza di formatori itineranti gli argomenti di taglio tecnico e verticale ci sono sempre sembrati troppo monografici e generalmente slegati da reali contesti cross- mediali.

 

A livello pratico invece i progetti più ambiziosi non possono prescindere da una buona consapevolezza delle tecnologie che vengono impiegate, soprattutto in colui che svolge mansioni specifiche e che spesso ignora diverse problematiche precedenti e successive al suo intervento.

 

Let’s Tour vuole invertire questa generica tendenza con una miniserie di incontri didattici dai contenuti trasversali, che intrecciano costruttivamente ambiti operativi diversi come la grafica , la programmazione e la multimedialità , per la realizzazione di un interessante progetto professionale.

 

Iscriviti in una delle 5 tappe a Milano, Torino, Verona, Firenze o Padova!

 

per maggiori informazioni sul programma dell’evento e per iscriverti, visita il sito http://tour.letscourse.com oppure scrivi a Info@letscourse.com

Adobe Flex, avvertenze per l’uso

Ultimamente si sente parlare molto di Flex, questo software di casa Adobe che spesso e volentieri si paragona a Flash.

Ma allora cos’è in realtà Flex e quando conviene utilizzarlo?

E’ ormai un’anno che stiamo lavorando con questa tecnologia e abbiamo apprezzato molto le sue potenzialità e la sua versatilità, ma non tutto dev’essere sviluppato con Flex, almeno per noi.

Flex ci permette di sviluppare RIA in maniera molto strutturata e solida ed è proprio questo che è nato, ovvero al realizzazioni si software online (e ora anche offline con AIR) dove si deve gestire una grossa mole di dati, dove la presentazione è importante ma non essenziale, dove la user experience deve fare da padrona e soprattutto dove l’utente possa essere aiutato nell’utilizzo quotidiano della RIA.

Ultimamente ci è capitato di sviluppare un’applicativo per la gestione di listini aziendali dove l’utente è stato guidato visualmente nella composizione degli stessi.
Infatti l’utente può scegliere la tipologia di listino, la categoria, il prodotto e successivamente inserire un prezzo che viene “spalmato” in automatico in tutti i listini dei vari paesi in cui opera l’azienda, tenendo conto di arrotondamenti, cambi e altri parametri.
Questo applicativo, che si interfaccia direttamente alla base dati aziendale, ha permesso ai vari responsabili marketing di non utilizzare più Excel per creare e confrontare dati, ma di utilizzare una RIA creata ad hoc che gli permette ora di risparmiare notevole tempo.

Flex è veramente uno strumento interessante, ma dev’essere utilizzato nei giusti campi di applicazione.

Flash platform: cos’è e quali sono le sue potenzialità

Una delle domande a cui mi capita più spesso rispondere è: “che cos’è la Flash Platform?”

Conosciamo bene la tecnologia Flash sui siti che vediamo quotidianamente mentre navighiamo nel web nei nostri momenti liberi, ma Flash non è solo questo!

Flash è una tecnologia estremamente potente e versatile, potete trovare Flash nei vostri cellulari o palmari, lo potete trovare nelle vostre automobili, nelle console di gioco e addirittura nel lettore MP3.

Questa sua versatilità ci permette di pensare ad un contenuto che possa essere visitato su tutti questi supporti che abbiamo appena citato, ma allora è veramente possibile?
Assolutamente si, con delle restrizioni a seconda della potenza del device su cui andiamo a sviluppare i contenuti, ma è realtà e non utopia.

Vediamo allora che potenzialità ha una tecnologia così diffusa.
Potremmo pensare di giocare al nostro gioco preferito sul nostro computer di casa, andare da un nostro amico e riprendere il gioco dal livello in cui siamo arrivati faticosamente durante ore e ore di gioco e mentre torniamo in metropolitana conludere la partita sua uno smartphone.

Un altro scenario potrebbe essere quello nel lato più professionale dove un responsabile che ha una serie di appuntamenti cerca di avere con se i dati che gli servono per affrontare la giornata, e magari li può scaricare la sera prima nel suo applicativo desktop creato con AIR (Adobe Integrated Runtime), andare ad un’importante riunione e scaricarsi gli ultimi aggiornamenti preparati dai suoi collaboratori e al ritorno in ufficio sincronizzare le nuove attività e lavori presi sul suo cellulare e con il sistema informativo aziendale.

Come potete capire le possibilità sono veramente tante, l’unico limite è la fantasia.