m.art3

the flash platform company

Formazione, ricerca e sviluppo nel panorama IT

Oltre allo sviluppo, mart3 collabora con ideogroup nel progetto Let’s course.
Let’s course è un modo differente di vedere la formazione, molto basato sul lato pratico e sulle nuove tendenze dell’IT.

La formazione non è un plus, come si crede, ma nel nostro settore è un vero e proprio must!
Infatti crediamo molto sia nel formare che nell’essere formati.
Avendo appunto provato entrambe le esperienze, possiamo dire con certezza che in in tutti e due i casi si impara molto.
Infatti nei corsi che proponiamo, approcciamo tematiche create ad hoc per l’azienda ed entriamo in profondità negli argomenti trattati.
Questo ci permette di:
. dare al corso un alto tasso di interesse;
. esporre al cliente le tematiche a lui più care;
. approfondire alcuni argomenti che magari abbiamo dovuto vederli superficialmente per mancanza di tempo.

Crediamo molto nella formazione, tant’è che partecipiamo non solo ad eventi nazionali ma anche internazionali come il Flash on the Beach o l’Adobe MAX.

Altro punto a noi molto caro è sicuramente l’R&D, ovvero la ricerca e sviluppo.
Infatti da un anno a questa parte dedichiamo giornate intere allo studio di nuove tecnologie e soluzioni innovative, questo ci permette di proporre soluzioni mirate ai più disparati problemi che ci vengono posti dai nostri clienti.

Il 2008 si annuncia come un altro anno di estremo fermento per le tecnologie che compongono la flash platform e noi saremo in prima linea a carpire le novità, rielaborarle e infine proporle.
Continuate a seguirci e ne scoprirete delle belle!

Adobe Flex, avvertenze per l’uso

Ultimamente si sente parlare molto di Flex, questo software di casa Adobe che spesso e volentieri si paragona a Flash.

Ma allora cos’è in realtà Flex e quando conviene utilizzarlo?

E’ ormai un’anno che stiamo lavorando con questa tecnologia e abbiamo apprezzato molto le sue potenzialità e la sua versatilità, ma non tutto dev’essere sviluppato con Flex, almeno per noi.

Flex ci permette di sviluppare RIA in maniera molto strutturata e solida ed è proprio questo che è nato, ovvero al realizzazioni si software online (e ora anche offline con AIR) dove si deve gestire una grossa mole di dati, dove la presentazione è importante ma non essenziale, dove la user experience deve fare da padrona e soprattutto dove l’utente possa essere aiutato nell’utilizzo quotidiano della RIA.

Ultimamente ci è capitato di sviluppare un’applicativo per la gestione di listini aziendali dove l’utente è stato guidato visualmente nella composizione degli stessi.
Infatti l’utente può scegliere la tipologia di listino, la categoria, il prodotto e successivamente inserire un prezzo che viene “spalmato” in automatico in tutti i listini dei vari paesi in cui opera l’azienda, tenendo conto di arrotondamenti, cambi e altri parametri.
Questo applicativo, che si interfaccia direttamente alla base dati aziendale, ha permesso ai vari responsabili marketing di non utilizzare più Excel per creare e confrontare dati, ma di utilizzare una RIA creata ad hoc che gli permette ora di risparmiare notevole tempo.

Flex è veramente uno strumento interessante, ma dev’essere utilizzato nei giusti campi di applicazione.

AIR – Adobe Integrated Runtime

Adobe in quest’ultimo anno, post acquisizione di Macromedia, è in estremo fermento per il rilascio di nuove tecnologie che porteranno una grossa ventata di novità e di nuove soluzioni sul mercato.

Tra quelle di maggior clamore, a mio avviso, segnalo AIR – Adobe Integrated Runtime.

Questa nuova tecnologia che è scaricabile gratuitamente dal sito Labs di Adobe; verrà rilasciata presumibilmente nel primo trimestre del 2008 e permette di utilizzare strumenti comuni agli sviluppatori per la realizzazione di siti web o RIA, come Dreamweaver, Flash o Flex, e di andare a creare un file che verrà installato nel computer come fosse un software desktop.

AIR crea sostanzialmente dei file di installazione multipiattaforma (ovvero lo stesso file può essere installato su Windows, Mac e Linux) e permette di andare ad interagire con il filesystem, creando database locali che risiederanno sulla macchina dell’utente, facendo interagire le applicazioni AIR con file presenti sul proprio computer, dando la possibilità di avere interazione anche con siti web già presenti sulla rete e molto altro ancora.

Per poter fruire di contenuti AIR, ogni utente dovrà scaricarsi il Runtime (circa 9MB), che possiamo pensarlo come una specie di Flash Player che, una volta installato sul proprio computer, ci permetterà di utilizzare questa tecnologia.

Scendiamo nel dettaglio e andiamo a capire cosa possiamo realmente realizzare con AIR con un esempio.

SCENARIO : Azienda del mondo fashion
Immaginiamo un’azienda del mondo fashion che vuole dare un nuovo concetto di user experience per “vivere” al meglio i propri capi.
Sfruttando le potenzialità di AIR, l’utente potrebbe crearsi una wish list personale, scegliendo gli abiti dal catalogo, magari avendo la possibilità di abbinare un capo presente nel catalogo con altri che già possiede.
Potrebbe semplicemente trascinare una foto del capo posseduto all’interno dell’applicativo AIR, recuperare il colore predominante e il software proporrà delle combinazioni con i capi presenti nel catalogo per la stagione in corso.
Ovviamente ogni volta che l’azienda opererà una modifica online, questa verrà notificata all’utente e, se connesso ad internet,  potrà avere sempre un catalogo aggiornato sul proprio computer.

Questa tecnologia apre veramente nuovi orizzonti e mille nuove idee, stiamo già lavorandoci da circa un’anno per essere pronti non appena verrà rilasciata ufficialmente, perciò continuate a seguirci e scoprirete le potenzialità di AIR!

Flash non è solo INTRO

Spesso le potenzialità di Flash vengono messe in discussione perchè si pensa, erroneamente, che sia uno strumento solamente atto a relizzare animazioni.

Invece Flash, in particolar modo con le ultime versioni, ci permette di realizzare dai comuni siti internet a veri e propri software online (Rich Internet Application) e anche offline.
Una delle tante possibilità che ci offre Flash è quella di interfacciarsi con altri linguaggi di programmazione come PHP o .Net e così riusciamo a realizzare siti interamente dinamici con dati che vengono aggiornati direttamente dal cliente ogni volta che lo ritenga necessario.

Possiamo addirittura pensare di far customizzare da un pannello di controllo (Content Management System) l’interfaccia del nostro sito Flash, cambiando colori, immagini e perchè no, animazioni o struttura.

Noi siamo molto orientati all’utilizzo di Flash, e in particolare della Flash Platform, per scopi che vanno oltre al “tradizionale” sito internet.
Proprio per questo affianchiamo i nostri clienti nel miglior utilizzo possibile di queste tecnologie.

Non fermiamoci a pensare Flash = Intro, perchè ci perderemmo la vera potenzialità di questo fantastico strumento.

Flash platform: cos’è e quali sono le sue potenzialità

Una delle domande a cui mi capita più spesso rispondere è: “che cos’è la Flash Platform?”

Conosciamo bene la tecnologia Flash sui siti che vediamo quotidianamente mentre navighiamo nel web nei nostri momenti liberi, ma Flash non è solo questo!

Flash è una tecnologia estremamente potente e versatile, potete trovare Flash nei vostri cellulari o palmari, lo potete trovare nelle vostre automobili, nelle console di gioco e addirittura nel lettore MP3.

Questa sua versatilità ci permette di pensare ad un contenuto che possa essere visitato su tutti questi supporti che abbiamo appena citato, ma allora è veramente possibile?
Assolutamente si, con delle restrizioni a seconda della potenza del device su cui andiamo a sviluppare i contenuti, ma è realtà e non utopia.

Vediamo allora che potenzialità ha una tecnologia così diffusa.
Potremmo pensare di giocare al nostro gioco preferito sul nostro computer di casa, andare da un nostro amico e riprendere il gioco dal livello in cui siamo arrivati faticosamente durante ore e ore di gioco e mentre torniamo in metropolitana conludere la partita sua uno smartphone.

Un altro scenario potrebbe essere quello nel lato più professionale dove un responsabile che ha una serie di appuntamenti cerca di avere con se i dati che gli servono per affrontare la giornata, e magari li può scaricare la sera prima nel suo applicativo desktop creato con AIR (Adobe Integrated Runtime), andare ad un’importante riunione e scaricarsi gli ultimi aggiornamenti preparati dai suoi collaboratori e al ritorno in ufficio sincronizzare le nuove attività e lavori presi sul suo cellulare e con il sistema informativo aziendale.

Come potete capire le possibilità sono veramente tante, l’unico limite è la fantasia.